Roma, i numeri di Spinazzola in questa stagione

Il destino, un insieme di cause incontrollate dall’uomo che si pensa possano decidere gli avvenimenti nella vita di ogni persona, non è sempre stato clemente con Leonardo Spinazzola. Il suo percorso professionale, come ci indica la storia, è sempre stato caratterizzato da picchi estremi, che non gli hanno mai consentito di assodarsi su equilibri solidi e duraturi.

Per ultimo, basti pensare al più recente infortunio vissuto nel periodo dell’Europeo, vinto poi dai suoi compagni di squadra dell’Italia, in cui l’esterno si stava confermando come uno tra i più influenti e decisivi interpreti del ruolo. Infortunio, appunto, che ha poi negato lui di godere delle meravigliose “notti magiche”. La bontà dell’uomo, prima ancora della serietà del professionista, lo hanno portato ad essere parte integrante del gruppo azzurro, nonostante la lontananza fisica dal rettangolo verde.

Dopo aver smaltito l’ultimo brutto infortunio, Leonardo Spinazzola è tornato a tutti gli effetti alla corte di Mourinho, pronto a dare il contributo ad una causa sempre più affascinante e ambiziosa. Oltre alle doti tecniche, dimostrate e riconosciute in tutto il panorama Nazionale, ciò che il club giallorosso può estrapolare dallo Spinazzola uomo è proprio la professionalità e il senso di attaccamento, aspetti sempre decisivi all’interno di uno spogliatoio multietnico.

I numeri di Spinazzola con la Roma quest’anno

Tornato a pieno regime in questa nuova stagione agli ordini di Jose Mourinho, Leonardo Spinazzola ha da subito risposto presente alla chiamata del tecnico. Viste le importanti ambizioni che il club giallorosso ha dimostrato di avere, complici gli astuti acquisti effettuati, la freccia Spinazzola, nel 3-4-2-1 ormai adottato in via definitiva dal tecnico, può e deve essere l’arma in più della squadra.

 

Ad oggi, però, sotto l’aspetto del contributo numerico, inteso come gol e assist, il suo apporto stenta ancora ad arrivare. Nelle nove partite stagionali fin qui disputate, tra Serie A ed Europa League, l’esterno, nonostante le sempre buone prestazioni, non ha ancora inciso in maniera significativa.

In Serie A, in questa nuova stagione, Spinazzola ha disputato sette partite, di cui sei da titolare. Al momento la media è di 72 minuti giocati a partita. Al momento, però, la casella dei gol e degli assist è ferma allo zero.

Stessa cosa in Europa League, dove ha giocato 2 partite, di cui una da titolare, ma anche qui le caselle di gol e assist sono ferme allo zero. Al momento la media dei minuti giocati in Europa è di 57 a partita.

By Demetrio Oriolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Post correlati