Il Sánchez-Pizjuán di Siviglia pronto ad accogliere la finale di Europa League: prima volta nella storia

FINALE SIVIGLIA EUROPA LEAGUE – La finale di Europa League tra Eintracht Francoforte e Rangers di Glasgow andrà in scena mercoledì 18 maggio alle ore 21 al Ramón Sánchez-Pizjuán, stadio della squadra pluricampione di questa competizione, ovvero il Siviglia. I tedeschi in bacheca vantano 1 Coppa Uefa vinta nel 1979/80 nella doppia finale contro il Borussia M’gladbach; mentre gli scozzesi sono arrivati in finale (unica) nel 2007/08 perdendo però contro lo Zenit San Pietroburgo.

I precedenti

Nello specifico lo stadio del Siviglia ha ospitato il 7 maggio 1986 già una finale, ma di Coppa dei Campioni, tra Steaua Bucarest e Barcellona. Due le partite, invece, del Mondiale di Spagna ’82: quella tra Brasile e URSS vinta dai verdeoro ai gironi e la semifinale tra Germania Ovest e Francia vinta dai tedeschi ai calci di rigore che poi troveranno in finale l’Italia di Bearzot.

In merito invece ai precedenti in terra iberica riguardanti la finale di Europa League, bisogna partire dal ’76/’77 quando la competizione fu vinta dalla Juventus ai danni dell’Athletic Bilbao e la finale di ritorno si giocò al San Mamés. In due stagioni consecutive (’84-’86) a vincere fu il Real Madrid rispettivamente contro il Videoton e il Colonia e uno dei due atti conclusivi si disputò al Santiago Bernabéu. Nell”87/’88 la finale di andata tra Espanyol e Bayer Leverkusen si giocò al Sarrià di Barcellona, e furono le “aspirine” a spuntarla nel doppio confronto. Infine nel 2002/03 la finale tra Porto e Celtic, vinta per 3-2 dai dragoni ai tempi supplementari, fu disputata sempre a Siviglia ma nello Stadio de la Cartuja.

La storia dello stadio

Lo stadio fu voluto fortemente da Ramón Sánchez-Pizjuán, presidente del Siviglia, per sostituire il vecchio stadio di Nervión, che sorgeva nell’omonimo quartiere della città.

L’impianto fu inaugurato il 7 settembre 1958, dopo due anni di costruzione, in occasione dell’amichevole Siviglia-Real Jaén (3-3). Al momento dell’inaugurazione aveva una capienza di 70.329 spettatori. L’improvvisa morte di Ramón Sánchez-Pizjuán, avvenuta nel 1956, gli impedì di veder realizzata l’opera e portò all’intitolazione dell’impianto allo scomparso presidente. Nella stagione 1958-1959 fu ultimata la costruzione della tribuna ovest, mentre un anno dopo si tenne nell’impianto la prima partita serale sotto la luce dei riflettori, contro il Bayern Monaco. Nel 1975 furono completate le tribune nord e sud.

In vista del campionato del mondo 1982, a causa delle limitazioni di legge, la capienza fu ridotta a 66.000 posti, con una significativa rimodellazione dei posti per ospitare al meglio la semifinale del campionato del mondo tra Francia e Germania Ovest. A metà degli anni ’90, con la conversione in impianto dotato di soli posti a sedere resasi necessaria dalle nuove normative della UEFA, la capienza fu ulteriormente ridotta a 42.714 spettatori. Nel 2015 lo stadio fu interamente ammodernato con specifici lavori settoriali. Al momento ha una capienza di 43.883 posti e si prepara ad ospitare una gran bella finale. Vinca il migliore!

By Pasquale Ucciero

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati